Non è un segreto che negli ultimi anni molti adolescenti hanno abbandonato Facebook in favore di social network più recenti. I problemi sono peggiorati man mano che il social network è cresciuto in popolarità tra gli utenti più anziani, con un conseguente afflusso di genitori, nonni e informazioni a cui i giovani non sono interessati. Facebook ha fatto dei tentativi per migliorare l’appeal della sua piattaforma tra gli adolescenti, come l’aggiunta di funzionalità AR a Messenger e Storie alla piattaforma principale, ma ora ha intenzione di fare un ulteriore passo avanti.

La base di utenti di Facebook sta invecchiando, un problema che si prevede peggiorerà nei prossimi anni. La piattaforma di social networking è stata l’argomento di una recente fuga di notizie da The Verge, che ha sostenuto, tra le altre cose, che i dati di Facebook mostrano che gli adolescenti costituiranno meno della metà della base di utenti della società nei prossimi due anni.

Secondo la fuga di notizie, questo sarebbe accompagnato da una minore riduzione degli utenti dai 20 ai 30 anni. Nel frattempo, la fuga di notizie suggerisce che gli adolescenti non stanno usando Facebook tanto quanto il business vorrebbe, creando la possibilità di un futuro in cui la base di utenti più redditizia dell’azienda (almeno in termini di vendite pubblicitarie) abbandona la nave per nuove piattaforme più allettanti.

In una chiamata con gli investitori Todat, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha riconosciuto che l’azienda sta mettendo tutte le risorse per riportare i suoi utenti più giovani. Secondo Zuckerberg, Facebook si è concentrato sul rendere i suoi servizi preziosi per coloro che li usano, ma al prezzo degli utenti più giovani.

LEGGI  Facebook lancia la crittografia end-to-end per le chiamate su Messenger e i DM di Instagram

Secondo Zuckerberg, lo sforzo pluriennale si tradurrà sicuramente in una crescita più lenta tra gli utenti più anziani. Gli utenti dovrebbero aspettarsi “grandi miglioramenti” per Reels a breve, così come una spinta generale verso il video, che ha dimostrato di essere estremamente popolare tra gli adolescenti.